Ultime notizie
Archivio per Anno

Fondo perduto impianti sportivi: le domande entro il 31 agosto

In data 1 agosto 2022 è' stato pubblicato sul sito del Dipartimento per lo sport il DPCM del 30 giugno 2022 con le modalità e i termini per la presentazione delle istanze per il contributo a fondo perduto in favore delle Associazioni e Società Sportive che abbiano per oggetto sociale la gestione di impianti sportivi, per l’importo complessivo di euro 53.000.000,00.  

Attenzione al fatto che dalla data di pubblicazione decorrono i termini per la presentazione delle istanze, cioè 30 giorni. 

Il termine per le domande è dunque il 31 agosto 2022: scarica qui il modello.

Fondo perduto gestori impianti sportivi: i beneficiari

I soggetti che possono accedere al contributo a fondo perduto sono le Associazioni e le Società Sportive che

  • alla data del 02.03.2022 risultavano iscritte nel Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive dilettantistiche, 
  • e che siano alla data di pubblicazione del presente decreto affiliate alle Federazioni Sportive, alle Discipline Sportive o agli Enti di Promozione Sportiva 
  • e che abbiano per oggetto sociale anche la gestione di impianti sportivi

Si ricorda che i beneficiari dovranno presentare le domande agli organismi sportivi affilianti (Federazioni, Enti di promozione sportiva o Discipline sportive associate), complete di tutta la documentazione a supporto. A loro volta, gli organismi affilianti dovranno presentare al Dipartimento per lo sport il prospetto delle domande pervenute e istruite positivamente, mediante compilazione del format allegato, corredato di tutta la documentazione a supporto (si raccomanda agli organismi sportivi affilianti di inviare il predetto format, mantenendo le celle in formato testo).

Fondo perduto gestori impianti sportivi: i presupposti oggettivi

Possono avere accesso al contributo i soggetti beneficiari, che soddisfino i seguenti presupposti oggettivi: 

  1. gestione, in virtù di un titolo di proprietà, di un contratto di affitto, di una concessione amministrativa o di altro negozio giuridico che ne legittimi il possesso o la detenzione in via esclusiva, di un impianto sportivo;
  2. avere un numero di tesserati, presso le Federazioni Sportive pari ad almeno 
    • 200 unità se tesserati con EPS 
    • o 30 unità se tesserati con FSN;
  3. presentazione di una dichiarazione asseverata da tecnico abilitato con la quale si attesti che le misure e gli altri requisiti dell’impianto sportivo oggetto della richiesta di contributo siano conformi a quanto dichiarato;
  4. presentazione di una dichiarazione di un dottore Commercialista che attesti il numero di tecnici sportivi dilettanti che abbiano ricevuto compensi dalla ASD/SSD e l’ammontare degli stessi.

In caso di dubbi è possibile consultate le FAQ aggiornate al 25 agosto, pubblicate sul sito del Dipartimento per lo sport clicca qui


Fonte:
News del: 31/08/2022


«« Torna Indietro