Archivio per Categorie
Archivio per Anno

Contrasto all'evasione fiscale e servizi ai contribuenti: le linee guida dell'Agenzia

Gli indirizzi operativi per l’attività di controllo dell’Agenzia dell’Entrate nel 2021: ecco il testo della Circolare del 07.05.2021 n. 4/E

Pronti gli indirizzi operativi e le linee guida per lo svolgimento delle azioni operative dei prossimi mesi dell'Amministrazione finanziaria, ricalibrate per tener conto gli effetti generati dall’emergenza pandemica da Covid-19 e incentrate sulla compliance, per poter rafforzare il dialogo con il contribuente e avvertirlo in tempo in caso di errori o anomalie.

Si tratta delle linee guida e degli indirizzi operativi dedicati:

  • alla prevenzione e al contrasto all’evasione fiscale
  • alle attività relative al contenzioso tributario
  • alla consulenza e ai servizi ai contribuenti.

contenuti nella Circolare dell'Agenzia delle Entrate del 7 maggio 2021 n. 4.
La circolare si articola appunto in tre sezioni, dedicate alla prevenzione e al contrasto dell’evasione, alla consulenza e ai servizi, nelle quali vengono forniti mirati indirizzi operativi per lo svolgimento delle azioni operative, distinte tra: 

  1. attività di prevenzione e promozione dell’adempimento spontaneo, anche attraverso il ricorso ad istituti volti ad instaurare un’interlocuzione costante e preventiva tra Agenzia e contribuente, che tengano conto delle specificità delle diverse tipologie di soggetti (grandi imprese, anche operanti in ambito internazionale, medie imprese, imprese e lavoratori autonomi, persone fisiche, enti non commerciali); 
  2. attività di controllo fiscale, destinate, in modo specifico, alle diverse macro-tipologie di contribuenti, e finalizzate alla riduzione dei rischi di evasione/elusione attraverso strategie differenziate a seconda delle caratteristiche delle categorie interessate; 
  3. attività che, per loro natura ,non sono specificamente riferibili alle suddette macro-tipologie di contribuenti, ma che hanno profili di trasversalità, quali quelle mirate a garantire il presidio dell'attività di interpretazione delle norme tributarie, mediante l'emanazione di circolari, risoluzioni erisposte ad interpelli/consulenze giuridiche, l’attività a rilevanza internazionale, le attività di contrasto alle condotte illecite, le attività intese alla diminuzione della conflittualità nei rapporti con i contribuenti, alla riduzione delle impugnazioni, all’incremento delle vittorie in giudizio e alla riduzione del rischio di evasione da riscossione, le attività relative alle procedure di gestione della crisi di impresa;
  4. attività relative ai servizi ai contribuenti, quali:
    • i servizi di assistenza e informazione all’utenza, 
    • la trattazione delle istanze in autotutela sui contributi a fondo perduto, 
    • l’erogazione dei rimborsi fiscali, 
    • la registrazione di atti e successioni, 
    • la ripresa degli invii delle comunicazioni a seguito di controlli automatizzati o formali e di notifica degli avvisi di liquidazione e degli atti di accertamento.

Sotto il profilo della prevenzione, al fine di agevolare i contribuenti nel corretto adempimento dei propri obblighi fiscali, riprenderà l’invio delle lettere di compliance dirette a consentire al contribuente di regolarizzare la propria posizione ,evitando l’applicazione di sanzioni in misura piena a seguito di successive attività di controllo e accertamento.

Nell’ambito dell’attività di contrasto all’evasione, a seguito dell’emanazione del decreto-legge n. 41/2021, è stato pubblicato il provvedimento dell'Agenzia n. 88314 del 6 aprile 2021, che ha dettato le linee guida per gli Uffici per la ripresa della notifica degli atti del controllo (accertamenti, atti di contestazione o di irrogazione delle sanzioni e atti di recupero dei crediti di imposta), in relazione ai quali era stata prevista, a conclusione dell’attività istruttoria svolta dalle strutture operative, la notifica nel 2021 (ai sensi del comma 1 dell’articolo 157 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 177). 

In considerazione dell’emergenza epidemiologica e della crisi economica che sta coinvolgendo numerose attività commerciali e imprenditoriali, l’attività di controllo dovrà essere indirizzata, sempre più, verso i contribuenti ad elevata pericolosità fiscale e, in particolare, verso coloro che pongono in essere fenomeni di frode, anche attraverso l’utilizzo indebito di crediti d’imposta e altre agevolazioni, come quelle previste proprio per fronteggiare le conseguenze negative connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19 (ad esempio, i contributi a fondo perduto, i ristori, etc.).

Particolare attenzione, pertanto, dovrà essere riservata alle frodi in materia di IVA intracomunitaria, nonché a quelle realizzate tramite l’utilizzo in compensazione di crediti inesistenti o attraverso l’utilizzo di dichiarazioni d’intento ideologicamente false.

Fintanto che perdurerà lo stato di emergenza, le strutture operative adotteranno le diverse modalità istruttorie interne propedeutiche alle attività di accertamento, assicurando un’applicazione generalizzata del contraddittorio preventivo, privilegiando, ove possibile, attraverso l’utilizzo degli strumenti tecnici ed informatici a disposizione, le modalità di confronto a distanza individuate dalla circolare 23 marzo 2020, n. 6/E

La citata circolare, oltre a delineare le varie fasi da seguire per la gestione del contraddittorio a distanza nell’ambito del procedimento di adesione, ha precisato che le indicazioni contenute possono essere adattate, caso per caso, ad ogni altro procedimento tributario che richiede la partecipazione ovvero il confronto con il contribuente.

Nell’ambito delle attività rivolte ai servizi ai contribuenti si darà priorità in primo luogo all’erogazione dei rimborsi fiscali a cittadini e imprese, alla gestione dei contributi a fondo perduto, comprese le autotutele, e a consolidare le nuove modalità di interlocuzione e assistenza agli utenti «a distanza», in considerazione del fatto che tali attività contribuiscono anche alla ripresa delle attività economiche, fortemente incise dalle misure di contrasto alla diffusione dei contagi.

Particolare attenzione, anche in conseguenza della contrazione delle attività di trattazione degli atti del registro e delle dichiarazioni di successione, che potranno essere limitate al solo numero delle posizioni in scadenza e di tutte quelle che possono risultare utili alle necessità espresse dai contribuenti, dovrà essere rivolta ai servizi di assistenza ai contribuenti, garantendo la più ampia disponibilità di appuntamenti (sia in presenza che telefonici) e la gestione «agile» di tutte quelle attività che non saranno rese in presenza.

Fonte: Agenzia delle Entrate


Ultime Normative
◊ Esonero contributi lavoratori autonomi: il testo del decreto attuativo 10/05/2021
◊ 730 precompilata 2021: le regole per accedere alla dichiarazione 07/05/2021
◊ Decreto proroghe aprile 2021 e novità: il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale 07/05/2021
◊ Recovery Plan e le missioni del piano: il testo del PNRR illustrato da Draghi 01/05/2021
◊ Impianti sportivi: le nuove norme per la costruzione e ristrutturazione 23/04/2021
◊ Organismi sportivi: semplificazione degli adempimenti amministrativi e contabili 19/04/2021
◊ La figura dell'agente sportivo: il testo del dlgs in attuazione della riforma dello Sport 18/04/2021
◊ Iva e e-commerce: approvato lo schema di Dlgs e nuove regole dal 1° luglio 2021 12/04/2021
◊ Assegno unico familiare: il testo della legge pubblicata in GU con le misure adottate 07/04/2021
◊ Istituzione e disciplina dell'imposta sul valore aggiunto - Dpr 633/72 06/04/2021
◊ Contributo fondo perduto DL Sostegni: pronte le modalità di invio delle domande 25/03/2021
◊ Riforma degli enti sportivi professionistici e dilettantistici: pubblicato il decreto 22/03/2021
◊ Crediti d'imposta rafforzamento patrimoniale: modalità e termini di invio delle istanze 12/03/2021
◊ Contributo distributori carburanti autostrade: dal 30 marzo al via le domande 11/03/2021
◊ Il Dpcm Draghi in vigore dal 6 marzo 2021: il testo con le misure adottate 06/03/2021