Archivio per Categorie
Ultimi Speciali

Bonus nido 2020: asili gratis per "quasi" tutti

Buone notizie per le famiglie che utilizzano l'asilo nido.  Nel Disegno di legge di bilancio 2020 vengono stanziate le risorse per l'aumento del contributo statale ASILO NIDO /SUPPORTO DOMICILIARE triennale istituito  dalla legge 232 2016. La misura fa parte del piu ampio piano di aiuti alle famiglie che il Governo Conte 2 ha annunciato di volere realizzare  e che prevede circa 2 miliardi di spesa in 3 anni.

Dal 2020 , secondo le intenzioni del Governo il bonus  asilo nido sarà raddoppiato  per le famiglie meno abbienti  mentre si conferma la quota  attuale pari a 1500 euro annui per tre anni  per chi ha un ISEE oltre 40mila euro. 

Da quanto si legge sul disegno di legge di bilancio 2020:

  • per i nuclei familiari con un valore ISEE,  fino a 25.000 euro il bonus asilo nido sarà di 3mila euro all'anno
  • per i nuclei familiari con un ISEE da 25.001 euro fino a 40.000, il  bonus asilo nido sarà di 2500 euro all'anno 
  • si conferma l'importo in vigore di 1500 euro annui per i nuclei con ISEE superiore a 40mila euro 

Inoltre si specifica che l'importo del buono  a decorrere dall'anno 2022 potrà essere rideterminato, nel rispetto del limite di spesa programmato, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri,  da adottare entro il 30 settembre 2021 , a seguito degli esiti del monitoraggio affidato all'INPS.

Nel corso di una audizione in parlamento il Ministro dell'Economia  Gualtieri ha anche specificato nei giorni scorsi che l'aumento partira già da gennaio 2020  e non da settembre, come ipotizzato da qualcuno, in assenza di specificazioni nella bozza di manovra. Si dovràà comunque attendere la circolare INPS di istruzioni per i dettagli attuativi.

In attesa dell'approvazione della legge di stabilità 2020 entro  il 31.12.2019,    rivediamo le regole attualmente in vigore.

Il bonus nido /supporto domicialiare è un  contributo  economico ,   cui ha diritto ogni bambino nato dal 1 gennaio 2016per tre anni,  senza limitazioni di reddito familiareper la frequenza dell'asilo nido o per un supporto in famiglia in caso di bambini con particolari patologie che non possono frequentare gli asili.

Non  va confuso :

  • né con il voucher baby sitting  - anche detto bonus infanzia -  istituito nel 2013 e prorogato fino a fine 2018,(600 euro mensili sostitutivi del congedo parentale facoltativo)
  • né con  Bonus bebe, il supporto  di 80 euro mensili  riservato alle famiglie con un certo ISEE

Come detto il Bonus asilo nido puo essere erogato dall'INPS in due forme: 

  • come contributo  mensile  per pagare la retta dell'asilo  nido , oppure 
  • per il supporto presso la propria abitazione per i bambini che soffrono di particolari patologie che impediscono la frequenza al nido.

Nel primo caso gli assegni vengono erogati mensilmente alla famiglia, in 11 rate . Il genitore deve presentare copia delle  ricevuta di pagamento delle rette dell'asilo. Il contributo mensile erogato dall’Istituto non può eccedere la spesa sostenuta per il pagamento della singola retta.

Nel secondo caso  invece il contributo arriva  ai richiedenti in una unica soluzione, a seguito di presentazione di un’attestazione rilasciata dal pediatra  che dichiari “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una  grave patologia cronica” per l’intero  anno di riferimento.

CHI HA DIRITTO AL BONUS ASILO NIDO L. 232/2016 PER IL 2019 

 requisiti generali del soggetto richiedente  sono:

  •   residenza in Italia
  •   cittadinanza italiana o comunitaria oppure in caso di cittadino di Stato extracomunitario, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
  •   Per il supporto presso la propria abitazione  è necessario che il genitore richiedente sia convivente con il bambino   
  •   non è necessario presentare l'ISEE perche non ci sono limiti di reddito.
  •   figlio nato o adottato dal 1.1.2016 al 31.12.2019

La circolare INPS relativa all'erogazione per il 2018 è la n. Circolare 14  del 29.1.2018.  I dettagli per il 2019 sono stati invece comunicati con la circolare 14 del 31.1.2019

Si ricorda che il contributo va richiesto in modalità telematica sul sito www.inps.it (serve il PIN INPS), oppure attraverso i Patronati.




Stampa l'intero Speciale
Speciale del: 13/11/2019